1 - BONUS PUBBLICITÀ: COMUNICAZIONE PER L’ACCESSO 2 - FONDO PER IL SOSTEGNO DELLE ECCELLENZE DELLA GASTRONOMIA E DELL’AGROALIMENTARE ITALIANO

01 marzo 2024

Circolare n. 4 del 01 marzo 2024

 

Oggetto:    

1) BONUS PUBBLICITÀ: COMUNICAZIONE PER L’ACCESSO DAL 01/03/2024 AL 02/04/2024;

2) RISTORAZIONE E PASTICCERIE: FONDO PER IL SOSTEGNO DELLE ECCELLENZE DELLA GASTRONOMIA E DELL’AGROALIMENTARE ITALIANO.

         

        

1 - BONUS PUBBLICITÀ: COMUNICAZIONE PER L’ACCESSO DAL 01/03/2024 AL 02/04/2024

 Si comunica che a partire dal 01/03/2024 e fino al 02/04/2024 è possibile presentare le comunicazioni per l’accesso al credito di imposta riferito agli investimenti pubblicitari, come specificato dall’art. 57-bis comma 1-quinquies del D.L. 50/2017, in relazione ai soli investimenti in oggetto effettuati o da effettuarsi nel 2024.

Tale credito di imposta è riconosciuto a imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali che effettuano investimenti pubblicitari agevolabili, in misura pari al 75% dell’incremento tra le spese sostenute nel 2023 e quelle sostenute nel 2024 in campagne pubblicitarie esclusivamente su stampa quotidiana e periodica (anche online), nel limite massimo di spesa di 30 milioni di euro (così come riportato dall’art. 57-bis comma 1-quinquies del D.L. 50/2017, introdotto dall’art. 25-bis del D.L. 17/2022).

Per accedere al bonus sarà necessario inviare la Comunicazione per l’accesso al credito di imposta, al fine di “prenotare” le risorse, contenente i dati degli investimenti già realizzati o da realizzare nell’anno dell’agevolazione.

La domanda andrà inviata tramite i servizi telematici dell’Agenzia, attraverso un’apposita procedura che sarà resa disponibile nella sezione della propria area riservata Servizi per alla voce Comunicare, accessibile previa autenticazione con SPID, CNS o CIE.

Salvo successive modifiche, dal 9 gennaio al 9 febbraio 2025, i soggetti che hanno inviato la comunicazione preventiva dovranno poi inviare la Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati, attestante gli investimenti effettivamente realizzati nel 2024.

Successivamente alla presentazione delle Dichiarazioni, sarà pubblicato sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria l’elenco dei soggetti ammessi alla fruizione del credito di imposta.

Il credito di imposta maturato sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi, con codice tributo 6900.

Si ricorda che l’agevolazione è comunque concessa nei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti de minimis.

 

2)  RISTORAZIONE E PASTICCERIE: FONDO PER IL SOSTEGNO DELLE ECCELLENZE DELLA GASTRONOMIA E DELL’AGROALIMENTARE ITALIANO

 Sono stati stanziati 76 milioni di euro per la concessione di contributi in conto capitale alle imprese d’eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria, per l’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa.

Con il decreto direttoriale n. 35987 del 24 gennaio 2024, il Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste (Masaf), ha individuato le modalità di presentazione della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (DSAN) attestanti il possesso dei requisiti, i termini e le modalità per la presentazione delle domande, per l’erogazione dei suddetti contributi, a valere sul predetto Fondo, di cui all’articolo 1, comma 868, della Legge n. 234/2021.

Potranno beneficiare di tali contributi le imprese:

  • se operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (“Ristorazione con somministrazione”) e siano regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni alla data di pubblicazione del D.M. del 4 luglio 2022 o, alternativamente, abbiano acquistato, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto appena citato, prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;
  • se operanti nei settori identificati dai codici ATECO 56.10.30 (“Gelaterie e pasticcerie”) e 10.71.20 (“Produzione di pasticceria fresca”) e siano regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni alla data di pubblicazione del D.M. 4 luglio 2022 o, alternativamente, abbiano acquistato, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione di detto decreto, prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;
  • che siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non si trovino in stato di liquidazione volontaria o giudiziale, né soggetti ad una procedura di concordato preventivo o altra procedura concorsuale;
  • non siano in situazione di difficoltà, così come definita dal Regolamento d’esenzione;
  • siano iscritte presso INPS o INAIL ed abbiano una posizione contributiva regolare, così come risultante dal documento unico di regolarità contributiva (DURC);
  • siano in regola con gli adempimenti fiscali;
  • abbiano restituito le somme eventualmente dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Masaf;
  • non abbiano ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione UE, ai sensi del D.P.C.M. 23 maggio 2007.

È concesso un contributo in conto capitale non superiore al 70% delle spese totali ammissibili, fino ad un massimo di 30 mila euro per singola impresa. I contributi saranno concessi nell’ambito del regolamento de minimis e non saranno cumulabili con altre agevolazioni pubbliche concesse per le medesime spese.

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa effettuate successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ai sensi dell’art. 5 comma 2 del D.D. n.35987 del 24 gennaio 2024, nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa. Le fatture dovranno riportare la dicitura Spesa di euro______ dichiarata per l’erogazione delle agevolazioni di cui al D.M. del 4 luglio 2022 – CUP_________.

Si specifica, inoltre, che i beni strumentali acquistati, devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo, come previsto all’articolo 6, comma 1, del D.M. 4 luglio 2022 (pubblicato in G.U. il 30 agosto 2022).

Le agevolazioni in questione saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. Le relative domande dovranno essere presentate dai soggetti ammissibili elencati in precedenza, esclusivamente a mezzo della piattaforma informatica che sarà messa a disposizione sul sito internet del soggetto gestore INVITALIA, a partire dalle ore 10:00 del 1° marzo e fino alle ore 10:00 del 30 aprile 2024.

Per le modalità operative si consiglia di consultare le istruzioni sul sito gestore del Fondo e le relative FAQ (https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/fondo-eccellenze-gastronomia/macchinari-e-beni-strumentali/faq)

 

A disposizione porgiamo cordiali saluti.

Archivio news

 

News dello studio

apr22

22/04/2024

Crediti d’imposta per investimenti 4.0 e per ricerca e sviluppo - Nuovi obblighi di comunicazione perl’utilizzo e sospensione delle compensazioni

Circolare n. 10 del 22 aprile 2024  Oggetto:     Crediti d’imposta per investimenti 4.0 e per ricerca e sviluppo - Nuovi obblighi di comunicazione perl’utilizzo

apr12

12/04/2024

DL 30.12.2023 n. 215 (c.d. “Milleproroghe”), conv. L. 23.2.2024 n. 18 - Principali novità

Circolare n. 9 del 12 aprile 2024   Oggetto:     DL 30.12.2023 n. 215 (c.d. “Milleproroghe”), conv. L. 23.2.2024 n. 18 - Principali novità   Con il

apr11

11/04/2024

DL 29.3.2024 n.39 (c.d. “DL agevolazioni fiscali”) - Principali novità

Circolare n. 8 del 11 aprile 2024  Oggetto:     DL 29.3.2024 n.39 (c.d. “DL agevolazioni fiscali”) - Principali novità    Il DL 29.3.2024 n. 39,

News

apr23

23/04/2024

Assirevi, Documento di Ricerca n. 257

Le attività di verifica richieste dalla

apr23

23/04/2024

ISA 2024, quali sono i criteri di accesso al regime premiale

Nell’ambito degli ISA, l’Agenzia delle

apr23

23/04/2024

Pedagogisti e educatori professionali: istituito l'albo professionale

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale